Il ponte sospeso nel tempo

Sono entrato a Venezia tanto volte e in modi diversi, ma mai l’avevo fatto a piedi. Il materializzarsi della città dal fitto della nebbia e nell’intermittenza degli zaini mossi dai passi dei compagni che mi precedevano ha incarnato la quintessenza dell’idea di città magica, epiteto forse inflazionato ma certamente adeguato …